Iniziativa Gruppo Monte Terminillo

il Consiglio Direttivo

A Rieti le sezioni locali di CAI, WWF, Legambiente e Mountain Wilderness hanno deciso di riunirsi in comitato per respingere gli attacchi all’ambiente dei Monti Reatini che si realizzerebbero attraverso il progetto noto come “Terminillo superski”.

La realizzazione di nuovi impianti da sci, la costruzione di nuovi condomini, la devastazione selvaggia del cuore dei Monti Reatini renderebbe il paesaggio pieno di seggiovie, le praterie in alta quota invase da strisce bianche, i boschi tagliati da piste da sci e da enormi buchi destinati alla raccolta delle acque per l’innevamento artificiale.

La proposta che il Comitato rivolge alle Istituzioni è che il Monte Terminillo ed i Monti Reatini vengano definitivamente protetti con la creazione di un Parco (regionale o statale), e che gli investimenti vengano dirottati verso scelte ecosotenibili di risanamento ambientale, di agricoltura biologica, di ecoturismo, di recupero del vecchio patrimonio edilizio che non comprometta definitivamente l’ambiente, unica ricchezza che possiamo lasciare in eredità alle future generazioni.

Per saperne di più: www.cairieti.it/ParcoMonteTerminillo/Parco.htm

Una delle iniziative predisposte dal Comitato è l'invio di una email di protesta (il cui testo è riportato qui di seguito) da inviare alle istituzioni: è sufficiente cliccare sull'icona qui sotto e completare il testo con i riferimenti evidenziati.


Io sottoscritto NOME E COGNOME residente in CITTA' E VIA telefono (facoltativo), aderisco all'iniziativa del CAI, del WWF, di Legambiente e di Mountain Wilderness, e chiedo al Presidente della Regione Lazio Dott. Piero Marrazzo, all'Assessore all'Ambiente Dott. Filiberto Zaratti, a tutti gli amministratori, ed a tutti i politici di bocciare in maniera definitiva i progetti di ampliamento dei bacini sciistici sul Monte Terminillo, e di preservare il territorio con la creazione di un parco su tutta la catena dei Monti Reatini, cosi' come indicato sul sito http://www.cairieti.it/ParcoMonteTerminillo/Parco.htm Anche il sottoscritto pensa che la cultura dello sci di pista e' assolutamente anacronistica e non tiene neanche conto dei cambiamenti climatici in atto, e che lo sviluppo dellla montagna debba passare attraverso la valorizzazione di un paesaggio integro. Lo sviluppo dell'economia deve passare attraverso attivita' economiche eco-compatibili. Mi aspetto in particolare dall'Assessore Zaratti un comportamento coerente con la sua linea politica e la sua cultura.



ottobre 2008